Disturbo post traumatico da stress

Il trauma psicologico deriva da un’esperienza “critica”, vissuta come imprevedibile e non gestibile, portatrice quindi di un estremo livello di stress fino ad arrivare alla percezione di una minaccia per l’integrità della persona stessa e della sua coscienza. Durante tale esperienza il soggetto sperimenta fortissime emozioni, legate soprattutto alla paura e al terrore, le quali servono a preparare e tenere allertato l’organismo per reagire velocemente e divincolarsi dalla situazione.

Il trauma (dal greco: “rottura”) può cambiarne in modo significativo il normale corso della vita della persona.

Gli esempi più comuni sono i traumi causati da gravi incidenti, abusi fisici e psicologici, catastrofi naturali, epidemie, guerre o conflitti, attacchi diretti a sé o ai propri familiari. 

Non tutte le esperienze traumatiche lasciano strascichi stabili nella vita delle persone, infatti il cervello è predisposto in modo naturale a rielaborare le informazioni immagazzinate nel corso degli eventi stressanti e, nel corso di un breve periodo di tempo, assimilarle in modo funzionale nella memoria e riuscire a convivere con esse. Talvolta però l’intensità delle emozioni provate o il significato che abbiamo attribuito all’evento sono tali da bloccare il normale processo di elaborazione del trauma e determinare il cosiddetto Disturbo post traumatico da stress.

In questo caso il ricordo  traumatico resta incapsulato nella memoria e torna ripetutamente a tormentare la persona con una serie di sintomi altamente invalidanti.

Tale disturbo è caratterizzata da:

  • Flashback: i vissuti si ripropongono alla coscienza attraverso ripetuti ricordi;
  • Numbing: stato di coscienza simile allo stordimento ed alla confusione;
  • Problemi di memoria;
  • Evitamento: tendenza ad evitare tutto ciò che sia riconducibile all’esperienza traumatica;
  • Incubi dal contenuto assimilabile ai fatti realmente accadut e disturbi del sonno
  • Hyperarousal: insonnia, irritabilità, ansia, aggressività, tensione, Esplosioni di rabbia incontrollata e continuo stato di tensione
  • Perdita di interesse e gioia nel compiere atti quotidiani;
  • Sentimenti di colpa e depressione;

Il Disturbo Post-traumatico da Stress è stato per la prima volta evidenziato studiando le condizioni psicofisiche dei veterani di guerra americani tornati dal Vietnam e, da lungo tempo, si dibatte sulla definizione di Trauma dal momento che, relativamente alle sue cause e alla sua evoluzione, sono in gioco molte variabili.  È chiaro comunque che le conseguenze di una esperienza traumatica possano e debbano essere prese in seria considerazione per la salvaguardia e la tutela della salute mentale degli individui e della società.
La tecnica psicoterapeutica EMDR  ad oggi resta lo strumento d’elezione per la cura del disturbo, come evidenziato nel 2013 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Dott.ssa

Annalisa Casoni

Psicologa - Psicoterapeuta - Sessuologa

© 2020, Annalisa Casoni  All Rights Reserved.

Riceve su appuntamento a:
ASTI (AT), Via Pietro Micca 32 
CASALE MONFERRATO (AL), Corso Valentino 149

Telefono: 320.2150561 – E-mail: info@annalisacasoni.it 

Scroll Up